Tecna - R&D Diagnostics - Biotechnology | Food safety in your hands
IT | EN

 

Novità

I'Screen STREPTO permette la quantificazione dei residui di streptomicina e diidrostreptomicina nel latte, nel miele e nella pappa reale

06 Agosto 2012

Aumenta l’offerta di kit per amminoglicosidi dopo I’Screen Neomycin e I’Screen Gentamicin.
I’Screen STREPTO: nuovo kit rapido per la rilevazione quantitativa della streptomicina e della diidrostreptomicina. Validate le matrici miele e pappa reale. E per il latte è disponibile un apposito tampone.

La streptomicina e la diidrostreptomicina sono antibiotici aminoglicosidici utilizzati in apicoltura per il trattamento di alcune infezioni batteriche degli alveari (ad esempio la peste americana). In Europa tale pratica è proibita. La streptomicina è peraltro impiegata per debellare alcuni fra i più diffusi parassiti degli alberi da frutto, quali l'Erwinia amylovora (responsabile del cosiddetto "colpo di fuoco batterico") e lo Pseudomonas syringe. La contaminazione dei fiori con farmaci antimicrobici ne comporta il rischio di diffusione negli alveari e quindi nel miele e nella pappa reale. L'esposizione dei consumatori a residui di streptomicina e diidrostreptomicina può provocare un potenziale rischio per la salute in termini di tossicità sviluppo di reazioni allergiche e di ceppi batterici resistenti. È stato sviluppato e validato nei laboratori di Ricerca e Sviluppo Tecna un saggio immunoenzimatico competitivo per la determinazione quantitativa della streptomicina e della diidrostreptomicina nel miele e nella pappa reale, in grado di riconoscere entrambi gli aminoglicosidici con cross-reattività > 100%. L'allestimento del saggio richiede un'ora. La preparazione del miele è basata su una semplice estrazione in tampone acquoso, senza alcun passaggio di purificazione né necessità di reagenti specifici. Il saggio è in grado di rilevare 5 ppb di streptomicina nel miele (la validazione del CCβ è stata effettuata secondo la Decisione Europea 657/2002). Per quanto concerne la pappa reale, l’estrazione in ambiente acido ha permesso di ottenere la medesima sensibilità ottenuta per il miele.

Il medesimo CCβ è stato infine ottenuto per il latte, garantendo così una sensibilità di saggio 40 volte migliore rispetto all’MRL di 200 ppb posto dal Regolamento Europeo 37/2010. In questo caso, il latte richiede un semplice passaggio di sgrassatura, ma per l’implementazione del saggio è necessario uno standard zero opportuno, disponibile con il codice AB654. Per la sua semplicità di impiego, I’Screen STREPTO (codice AB650) ha ricevuto in aprile 2012 il Premio Innovazione 3T/3L del Parco Scientifico Area Science Park. Il kit è disponibile nel formato da 96 determinazioni e contiene tutti i reagenti necessari per l’analisi, per lo più in formato pronto all’uso. Per ulteriori informazioni, e per richiedere la Scheda Prestazioni, contattate l’assistenza tecnica all’indirizzo e-mail servizioclienti@tecnalab.com.

strepto_tab_en