Tecna - R&D Diagnostics - Biotechnology | Food safety in your hands
IT | EN

 

Novità

Nel bilancio annuale la spesa per l'autocontrollo deve risultare contenuta. Per questo Tecna offre l'affidabilità dell'ELISA in un formato economico e robusto, adatto a tutti i tipi di consumo.

09 Marzo 2017

È necessario fornire sistemi analitici semplici, affidabili ed economicamente sostenibili per permettere alle aziende agroalimentari di implementare dei veri piani di autocontrollo
AUTOCONTROLLO DI FILIERA: OGGI SI PUO’ SPENDERE MENO DI 10 € A CAMPIONE Per contenere la spesa per le analisi delle micotossine la soluzione non è ridurre il numero di controlli.

L’assicurazione della salubrità degli alimenti e della loro conformità ai limiti di legge per quanto riguarda la loro contaminazione da agenti chimici, e in particolare da micotossine, ha un costo. Chi opera nel settore alimentare, in qualsiasi punto della filiera produttiva, sa bene che le analisi di materie prime e prodotti finiti sono una voce non irrilevante sul bilancio aziendale. Questo vale sia che ci si appoggi a laboratori ed esperti esterni all’azienda, sia che si disponga di un proprio laboratorio interno. Oltre al costo dell’analisi di per sé, vi sono costi derivanti dai tempi di attesa, specie quando i campioni sono analizzati esternamente; oppure la spesa per il personale di laboratorio, quando si sceglie la strada dell’internalizzazione delle prove.

Ridurre il numero di controlli, alterare le procedure analitiche nel tentativo di risparmiare un po’ di reagenti e materiali non sono la soluzione corretta.

Per questo, Tecna ha sviluppato da anni una linea di kit ELISA estremamente semplici da impiegare, robusti, affidabili, sensibili e significativamente più economici di qualsiasi altro kit analitico. Si tratta dei kit B ZERO®, una linea di prodotti analitici per la rilevazione delle micotossine in diverse tipologie di campioni (cereali, mangimi, distillers, frutta a guscio, ecc.) disegnata per assicurare un risultato attendibile al minor prezzo possibile. I kit ELISA della linea B ZERO® non hanno bisogno di calibratori, in quanto la dose del campione è ottenuta impiegando una curva standard virtuale. Questo consente, anche a chi gestisce pochi campioni alla volta, di sfruttare il kit fino in fondo, tutto per i campioni. L’unico controllo che deve essere caricato per ogni seduta analitica è lo standard zero, ovvero una soluzione non contaminata da micotossine fornita nel kit.

Esempio:
Un comune kit ELISA da 48 pozzetti che prescriva l’impiego di 5 calibratori (o controlli) costa all'incirca 300€. In azienda si analizzano tre campioni di cereali al giorno. Ogni giorno, pertanto, si consumano 8 pozzetti di kit, con rispettivi reagenti: 3 per i campioni e 5 per i calibratori. Il kit è quindi utilizzabile al massimo sei volte, per una spesa di 50€ al giorno, ovvero 17€ a campione. La spesa annua supera, in questo caso, i 12.000€.

Un kit B ZERO® da 48 pozzetti e dello stesso prezzo prescrive l’impiego di un solo calibratore, lo standard zero. Per l’analisi di tre campioni al giorno sono spesi 4 pozzetti: il kit è utilizzabile perciò non sei ma dodici volte, per una spesa di 25€ al giorno, ovvero 8€ a campione. La spesa annua è evidentemente dimezzata.

I kit B ZERO® sono già in uso presso numerose aziende e laboratori sin dal loro lancio nel 2013. Il catalogo include kit per la rilevazione dell’aflatossina B1, del deossinivalenolo, dello zearalenone e anche dell’aflatossina M1 nel latte. Oggi Tecna è lieta di rilasciare un nuovo kit in formato B ZERO®, ovvero B ZERO® FUMO, per la determinazione delle fumonisine nel mais. Il kit permette di rilevare le fumonisine B1, B2 e B3 in soli 20 minuti; ha range di misura 750 – 60.000 ppb e un Limite di Quantificazione (LOQ) validato a 1000 ppb nel mais. Le performance del kit sono del tutto paragonabili a quelle del kit classico a 5 standard Celer® FUMO, già sul mercato da oltre 10 anni.

Per informazioni sul nuovo prodotto B ZERO® FUMO contattateci all’indirizzo servizioclienti@tecnalab.com.